Come organizzare un trasloco

Cambiare casa è sempre un piacere ma bisogna essere preparati per non trasformare un’esperienza positiva in quello che in psicologia viene definito il momento di maggiore stress per un individuo: il trasloco. In questo articolo andiamo a scoprire le linee guida per imparare come organizzare un trasloco di casa.

Se il tuo è un trasloco fai da te allora puoi evitare di leggere questo articolo e puoi andare a vedere la procedura per il cambio di residenza, operazione che solitamente viene fatta dal traslocatore.

Immagine come organizzare un trasloco

Dal momento in cui decidi di commissionare il lavoro ad aziende per trasferimenti allora assicurati di aver richiesto abbastanza preventivi per ottenere un prezzo conveniente in funzione dei servizi che ti vengono offerti: in questo periodo di difficoltà economiche, siamo certi che anche qualche centinaio di Euro risparmiato fa sempre comodo.

Sostanzialmente l’organizzazione del trasferimento si può riassumere in 4 punti essenziali:

  1. Selezione dell’impresa giusta: richiedi il preventivo per un trasloco circa 60 giorni prima, in modo da assicurarti la disponibilità senza pagare nessun sovra prezzo.
  2. Definisci con il traslocatore che cosa imballa lui e cosa imballi tu: ci sono oggetti delicati che è meglio se prepari tu. Ricorda che tanti oggetti e qualche mobile andrà in discarica, quindi richiedi anche lo sgombero e il trasporto in discarica.
  3. Comunica la nuova residenza agli enti che ti forniscono servizi di prima necessità: il gas, la corrente elettrica, l’acqua, il telefono e le Poste. Chiedi al comune e al tuo traslocatore cosa faranno loro e cosa tocca fare a te.
  4. Il giorno del trasloco prima di chiudere a chiave la vecchia casa chiudi tutti i rubinetti e le valvole ed effettua una lettura dei vari contatori.

Il trasporto di oggetti delicati come piante, alimenti e medicinali è meglio se lo fai tu in automobile all’ultimo momento, in quanto è difficile che riescano a sopportare il viaggio insieme agli altri scatoloni imballati. Ovviamente consuma i cibi presenti in frigo la settimana prima dello spostamento.

Immagine Organizzare trasloco

Come vedi organizzare un trasloco non è un’operazione complessa, in teoria. Prendi più tempo di quello che reputi necessario per ogni singola fase del trasferimento perché gli imprevisti, le piccole dimenticanze e gli errori sono sempre in agguato!

Hai qualche domanda da fare? C’è qualcosa che non ti è chiaro? Scrivilo qui sotto nei commenti.

About Webmaster

Sono il webmaster di questo sito, iscriviti anche tu e commenta gli articoli inseriti nel blog! Vuoi avere la possibilità di inserire i tuoi testi come Guest Posting oppure sotto forma di recensioni per il tuo sito internet? Invia una mail all'indirizzo inq.chat3g@gmail.com e fai la tua proposta. Siamo aperti alle collaborazioni! ;)
This entry was posted in Trasloco in Lombardia and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>